Volare in gravidanza è possibile: ti spieghiamo tutto quello che devi sapere sull’argomento

2019-11-24
Il existe de multiples petites précautions de santé à prendre avant de voyager en avion lorsque l’on est enceinte. Les compagnies prévoient peu de dispositions particulières pour rendre le voyage plus confortable durant la grossesse : vous pourrez espérer embarquer en premier selon la compagnie, ou obtenir un siège possédant un repose-pieds pour une meilleure installation. Pour le reste, il s’agira essentiellement de préparatifs faits par vos soins : vêtements confortables, bas de contention et bagages légers figurent parmi les essentiels. Par ailleurs, veillez à bien prévoir une éventuelle prise en charge en cas d’ennui de santé lors du vol ou lorsque vous serez à destination : carte vitale et assurance spéciale sont à prévoir. Durant le vol, n’oubliez pas de bouger et de vous hydrater, en particulier si celui-ci est long. Si vous avez des demandes particulières, n’hésitez pas à faire appel au personnel, qui devrait pouvoir vous apporter son aide, surtout si vous voyagez seule. Être vigilante par rapport aux règles des compagnies aériennes   Toutes les compagnies aériennes n’appliquent pas la même politique en ce qui concerne le transport de femmes enceintes. La plupart du temps, trois facteurs sont à évaluer au moment du départ pour prendre des dispositions en conséquence : • L’état d’avancement de la grossesse : en serez-vous à 7, 8 mois ou plus de grossesse le jour du vol ? • L’état de santé : il vous faudra être vigilante aux éventuels problèmes de santé se posant dans les mois qui précèdent votre départ et pourraient empêcher votre voyage. • La nécessité d’un certificat médical : directement lié au point précédent, le certificat médical — souvent requis par les compagnies à différents stades de la grossesse — permettra de garantir votre aptitude à monter à bord de l’avion.  Les compagnies ont des règles plus ou moins souples : certaines n’appliquent même aucune restriction, ou bien seulement durant les sept derniers jours de la grossesse. D’autres imposent de présenter un certificat médical au-delà du septième mois de grossesse. Consultez avec soin la politique de la compagnie empruntée pour éviter tout refus d’embarquement inattendu. En cas de grossesse multiple, contactez directement la compagnie car des règles différentes peuvent s’appliquer. Le cas du refus d’embarquement   Si vous choisissez de prendre l’avion à la fin de votre grossesse et que, malgré vos préparatifs, votre compagnie vous refuse l’accès à l’avion, vous pouvez entamer des démarches pour être indemnisée. Pour cela, il vous faudra être capable de prouver que vous avez respecté la réglementation imposée par cette compagnie et établi les documents nécessaires. Pensez donc à bien réunir :  • Les documents prouvant l’avancement de votre grossesse à la date du vol en question. • Le certificat médical attestant de votre capacité physique à vous déplacer en avion, si la compagnie demandait ce document (par sécurité, il peut être utile de faire produire ce certificat dans tous les cas à partir du 6ème mois de grossesse). • Les mentions ou correspondances de la part de la compagnie attestant du fait que vous aviez le droit d’embarquer sur le vol en question.  Il n’existe pas de dispositions ni de montants d’indemnisation type pour ce genre de litige, mais il est possible de vous faire rembourser une partie de votre billet, voire la totalité de celui-ci si le refus est injustifié. Nous vous accompagnons dans votre demande d’indemnisation pour vous permettre de mieux aborder cette démarche et d’obtenir les meilleures conditions de remboursement. Pour bien vous préparer, consultez toutes les informations sur les droits des passagers et les démarches essentielles à effectuer avant de partir, afin d’avoir toutes les cartes en main.

Temi di non poter viaggiare in aereo perché sei in stato interessante? Allora sappi che, per tutto il periodo della gravidanza, non esiste alcun regolamento che ti vieti di effettuare un viaggio in aereo. Se il tuo medico non dovesse trovare alcuna controindicazione al tuo caso specifico, allora potrai volare senza problemi per buona parte della tua gestazione. Continua la lettura e scopri fino a quale mese di gravidanza si può viaggiare in aereo, cosa non fare in assoluto e tanti consigli per volare col pancione, in tutta sicurezza.

Fino a che mese di gravidanza si possono effettuare viaggi aerei?

Se la tua gravidanza non presenta alcun problema, non avrai di che preoccuparti. Infatti, fino alla 36a settimana (o alla 32a, in caso di gravidanza gemellare), studi specifici hanno dimostrato che volare non aumenta il rischio di aborto spontaneo o di parto prematuro. Inoltre, se non si prende l’aereo troppo spesso, i controlli di sicurezza (metal detector) e l’esposizione alle radiazioni durante il volo risultano del tutto innocui. Questi potrebbero diventare un problema solo se si ha l’abitudine di viaggiare in aereo di frequente. Per quanto riguarda, invece, il cambiamento di pressione all’interno della cabina, sappi che questo non rappresenta alcun problema per la tua salute o per quella del tuo piccolo.

Primi mesi di gravidanza e aereo

Se il tuo caso specifico non presenta complicazioni, non esistono controindicazioni, né effetti collaterali, che ti impediscano di volare durante i primi mesi di gravidanza. Tuttavia il periodo migliore per volare, se si aspetta un bimbo, è quello del secondo trimestre di gravidanza, poiché le nausee spariscono e il rischio di aborti spontanei è decisamente più basso. Quindi, se puoi scegliere, decidi di programmare il tuo volo durante questo specifico periodo.

Come vedi, viaggiare in aereo in gravidanza, se non si presentano complicanze particolari, è piuttosto sicuro. Tuttavia ci sono dei fattori che dovrai tenere in considerazione, in modo particolare se il viaggio è lungo. Di seguito troverai una lista di consigli per le donne incinte che effettuano un viaggio in aereo.

Cosa fare

  • Mantieni il giusto livello di idratazione: in alta quota il rischio di disidratazione è più alto, pertanto ricorda di assumere liquidi con regolarità.
  • Vestiti comoda: evita abiti stretti e prediligi piuttosto un abbigliamento confortevole che ti permetta di rimanere seduta senza alcuna costrizione.
  • Utilizza sempre la cintura di sicurezza: se il pancione dovesse essere già visibile, la cintura di sicurezza dovrà essere posizionata sui fianchi e sotto la pancia.
  • Informati per tempo sugli ospedali della tua destinazione di viaggio.

Cosa non fare

  • Bere bevande che contengano alcool o caffeina: queste due sostanze sono sempre altamente sconsigliate in gravidanza. Scegli invece succhi di frutta o bevande prive di caffeina.
  • Stare seduta per tutta la durata del volo: purtroppo il pericolo di trombosi cresce sensibilmente in caso di gravidanza. Per scongiurarlo, muoviti e cerca di camminare ogni 30 minuti.

Se stai programmando un viaggio e vuoi conoscere quelli che sono i diritti del passeggero, leggi con attenzione le sezioni del nostro sito dedicate alla voce che ti interessa. Potrai tutelare i tuoi diritti e sapere come muoverti in caso di disservizi!

Potrebbe interessarti anche

27.06.2019

Bagaglio a mano: cosa puoi portare?

Un primo aspetto che necessita di chiarimenti è il trasporto dei liquidi. Il regolamento per il loro trasporto prevede un massimo di 1 litro per passeggero, suddiviso in contenitori da massimo 100 ml di capienza. I contenitori devono essere racchiusi in una o più bustine trasparenti e richiudibili tramite zip o cerniera. Spesso ti capiterà…

Leggi di più >
04.07.2019

Compagnie aeree prestigiose: fra mito e realtà

Le compagnie aeree più blasonate forniscono alla clientela una serie di servizi e dotazioni di bordo tali da essere diventate dei miti nel loro ambiente. Abbiamo voluto fare una piccola indagine, per cercare di capire se tutto questo corrisponda al vero e, soprattutto, se le mission aziendali siano soltanto improntate a un certo “snobismo” o…

Leggi di più >
09.07.2019

Cancellazione del volo per circostanze eccezionali: rimborso sì, rimborso no?

Il passeggero ha diritto a vedersi rimborsare i costi di acquisto del biglietto, qualora il suo volo venga cancellato. Tuttavia, non sempre la questione viene risolta facilmente, come nel caso delle cosiddette circostanze eccezionali, per esempio. Una situazione in cui ottenere il rimborso è tutt’altro che una cosa scontata. Le circostanze eccezionali, cosa sono Come…

Leggi di più >
09.07.2019

Trasferta di lavoro: come preparare il bagaglio a mano

Il primo aspetto da valutare è la scelta della valigia. Devi sapere, infatti, che la maggior parte delle compagnie aeree non accetta un bagaglio a mano di dimensioni superiori a 55 x 40 x 20 cm, per un peso massimo consentito di 10 Kg. Dopo esserti orientato sui modelli che rispettano questi standard, puoi scremare…

Leggi di più >
12.07.2019

Lounge in aeroporto: a chi sono dedicate?

Le lounge degli aeroporti sono concepite per fornire alla clientela delle oasi lontane dal rumore e vengono dotate di una serie di comfort per rendere piacevole l’attesa dei viaggiatori. Storicamente, sono riservate a chi viaggia in prima e business class anche se lounge appartenenti a compagnie indipendenti sono aperte a tutti i passeggeri. Airport Lounge:…

Leggi di più >
02.08.2019

Volare con i bambini. Consigli pratici per un viaggio sereno

Dalla permanenza in aeroporto, alla salita in aereo, fino alle delicate fasi di decollo e atterraggio. Ogni passaggio del primo volo del tuo bambino dovrà essere gestito in modo da offrirgli un’esperienza piacevole, che ricorderà senza alcun timore. Attraverso questa guida troverai tanti consigli per affrontare al meglio il primo volo in compagnia del tuo…

Leggi di più >

Questo sito web utilizza cookie. Puoi disabilitarli nelle impostazioni del tuo browser. Puoi trovare ulteriori informazioni sulla nostra politica dei cookie nella nostra Informativa sulla privacy.