Volare con i bambini. Consigli pratici per un viaggio sereno

Traveling with kids

Dalla permanenza in aeroporto, alla salita in aereo, fino alle delicate fasi di decollo e atterraggio. Ogni passaggio del primo volo del tuo bambino dovrà essere gestito in modo da offrirgli un’esperienza piacevole, che ricorderà senza alcun timore. Attraverso questa guida troverai tanti consigli per affrontare al meglio il primo volo in compagnia del tuo pargolo!

In aeroporto con i bambini: tra check-in e controlli di sicurezza

Quando si viaggia con bambini è sempre consigliabile arrivare in aeroporto con un anticipo maggiore rispetto a quando si vola soli o in compagnia di altri adulti. Infatti le varie fasi di check-in, consegna bagagli e controllo sicurezza, potrebbero risultare più lunghe. Per cui organizzatevi in modo da fare tutto con la dovuta calma.

  • Il check-in
    Fortunatamente ogni compagnia aerea permette di imbarcare passeggino e seggiolino auto in aggiunta ai bagagli da stiva. Questa opzione vi verrà comunicata nella fase di check-in. Se la compagnia aerea con cui viaggiate lo permette, potrete utilizzare il passeggino fino all’imbarco, così da far riposare il piccolo e permettervi di muovervi più agevolmente.
  • Controllo di sicurezza
    Sino ai due anni di età i bambini possono stare in braccio al genitore durante il passaggio al metal detector. Gli alimenti liquidi per bambini sono spesso permessi a bordo, anche se superano il limite massimo ammesso (100 ml). Non dimenticate quindi di portare con voi il latte o il succo di frutta preferito dal vostro bambino, questo lo aiuterà a renderlo più tranquillo.
  • Cosa fare prima dell’imbarco
    Prima dell’imbarco sarà consigliabile recarvi con il vostro piccolo al bagno, dove potrete effettuare il cambio, se necessario, o farle fare pipì prima di salire in cabina. Spesso la maggior parte delle compagnie aeree assicura la priorità a coloro che viaggiano con bambini. Se ciò non dovesse essere possibile aspettate seduti il vostro turno, così da non far stancare inutilmente i piccoli durante l’attesa.

Bimbi in aereo. Come intrattenerli, cosa darle da mangiare e come superare i disagi causati dal cambio di pressione

Coloro che viaggiano con neonati potranno richiedere anticipatamente, alla compagnia aerea con cui viaggiano, la comodissima culla baby cot. Non dimenticate di portare con voi ciuccio, biberon e tutto l’occorrente per un cambio extra, nonché dei sacchetti di plastica per riporre gli indumenti sporchi.

Intrattenere un bimbo durante il volo

Portare con sé il peluche preferito è sempre consigliato, tuttavia, per meglio affrontare il primo volo di un bimbo è consigliabile acquistare un giochino nuovo, direttamente in uno degli shop dell’aeroporto. L’effetto sorpresa lo aiuterà sicuramente a distrarsi! I più grandicelli invece troveranno più interessante l’intrattenimento multimediale offerto dalle compagnie aeree.

Mangiare in aereo

Se i vostri biberon sono conservati in una borsa frigo potrete chiedere al personale di bordo di riscaldarli leggermente. In un volo di breve durata un biberon o una poppata saranno sufficienti. In caso di viaggi internazionali invece, potrete accordarvi anticipatamente con la compagnia aerea e prenotare un menu apposito per bambini.

Superare i fastidi alle orecchie

Nelle fasi di decollo o atterraggio anche i bambini possono accusare i tipici fastidi alle orecchie, causati dal cambio di pressione. Ai più piccoli potrà essere somministrato un po’ di latte, proprio al momento di decollo e atterraggio. Ai bambini più grandi invece si potrà offrire una bevanda da sorseggiare lentamente o una caramella da succhiare.

Questo sito web utilizza cookie. Puoi disabilitarli nelle impostazioni del tuo browser. Puoi trovare ulteriori informazioni sulla nostra politica dei cookie nella nostra Informativa sulla privacy.