Ritardi aerei: cosa fare? Tieni d’occhio l’orologio e fai valere i tuoi diritti!

2020-02-21
Plane delayed - what to do

Anche se il viaggio non prevede scali o coincidenze, un eventuale ritardo può compromettere l’intera vacanza o un importante appuntamento di lavoro. Se il tuo volo non è puntuale, la cosa migliore da fare è mantenere la calma e consultare la Carta dei diritti del passeggero. Potresti avere diritto, infatti, all’assistenza da parte del personale dell’aeroporto, che è tenuto a provvedere a pasti e bevande, a un pernottamento in hotel, al trasferimento dall’aeroscalo all’hotel e viceversa, a due telefonate gratuite e all’utilizzo di fax ed e-mail.

L’assistenza ti spetta se l’entità del ritardo è di:

  • 2 ore o più per voli fino a 1.500 Km
  • 3 ore o più per voli UE oltre i 1.500 Km
  • 3 ore o più per voli extra UE tra 1.500 e 3.500 Km
  • 4 ore o più per voli extra UE che superino i 3.500 Km

Cosa puoi fare? Ecco i tuoi diritti

Se l’entità del ritardo è considerevole, potresti avere diritto non solo all’assistenza del personale della compagnia aerea, ma anche a un risarcimento in denaro per il disagio subito. Ti spetta, infatti, un rimborso anche se il volo è stato cancellato o se ti è stata negata la possibilità di salire in aereo, generalmente per overbooking. Per ritardi superiori alle 3 ore, puoi richiedere un risarcimento pecuniario alla compagnia aerea o affidarti a un’agenzia specializzata nel richiedere risarcimenti. Ecco quanto ti spetta:

  • 250 € per voli fino a 1.500 Km
  • 400 € per voli UE oltre i 1.500 Km o per voli extracomunitari tra i 1.500 e i 3.500 Km
  • 600 € per gli altri voli che superano i 3.500 Km

La compagnia, però, non è tenuta a elargire alcuna compensazione, se il rinvio del volo è dovuto a cause indipendenti dalla sua volontà, come per esempio il maltempo o uno sciopero.

E per ritardi superiori alle 5 ore?

Il tuo volo ha subito un fastidioso ritardo; sono più di 5 ore che aspetti e per fortuna hai potuto usufruire dell’assistenza del personale al terminal. Tuttavia, c’è una cosa che forse non sai: se hai dovuto stravolgere i tuoi piani in funzione del ritardo, puoi decidere di rinunciare al viaggio senza incorrere nella penale. La compagnia aerea in questo caso è obbligata a rimborsarti il biglietto del volo, restituendoti esattamente quello che hai pagato. In alternativa, puoi ottenere gratuitamente un posto nel primo aereo diretto alla destinazione prescelta. Ciò non significa che tu non abbia diritto anche a una compensazione in denaro: puoi aver perso un evento già prenotato o un giorno di ferie che nessuno ti restituirà.

Come richiedere un risarcimento? La domanda può essere inoltrata alla compagnia aerea, con tempi di attesa che vanno fino a sei mesi. Se il reclamo non viene accettato, ti puoi rivolgere all’ENAC o a un tribunale, oppure puoi usufruire dei servizi offerti da una società specializzata nell’ottenere risarcimenti, come GIVT.

Consiga uma compensação por um voo atrasado!

Verifica risarcimento

Potrebbe interessarti anche

14.01.2020

Confronto dei diritti del passeggero: Canada, UE e USA

Sebbene l’Unione Europea abbia un’estensione pari a meno della metà di quella degli Stati Uniti, vanta quasi 200 milioni di abitanti in più. Nonostante queste differenze, il numero di passeggeri sui voli in UE e negli USA è quasi lo stesso, ma le abitudini dei passeggeri e i tipi di voli sono abbastanza diversi. Ciò…

Leggi di più >
07.01.2020

Classifica e curiosità dei 10 aeroporti più grandi del mondo

I primi passi di un viaggio spesso vengono mossi proprio in aeroporto: dalla ricerca del banco del check-in o del gate, sino alla scoperta di lussuosi negozi e convenienti duty-free. I più grandi aeroporti del mondo sono caratterizzati da stazioni enormi in continuo ampliamento: ecco perché capire qual è il più grande, non è così…

Leggi di più >
04.12.2019

Tutto quello che c’è da sapere sul bagaglio a mano.

Non sai mai se riuscirai a farti bastare la franchigia per il trasporto gratuito o se dovrai pagare un extra per mandarlo in stiva. Generalmente sui voli di lungo raggio la franchigia è sempre abbastanza generosa, al contrario per quelli più brevi o con le compagnie aeree low-cost può essere difficile scegliere il tipo e…

Leggi di più >
09.07.2019

Trasferta di lavoro: come preparare il bagaglio a mano

Il primo aspetto da valutare è la scelta della valigia. Devi sapere, infatti, che la maggior parte delle compagnie aeree non accetta un bagaglio a mano di dimensioni superiori a 55 x 40 x 20 cm, per un peso massimo consentito di 10 Kg. Dopo esserti orientato sui modelli che rispettano questi standard, puoi scremare…

Leggi di più >
09.07.2019

Cancellazione del volo per circostanze eccezionali: rimborso sì, rimborso no?

Il passeggero ha diritto a vedersi rimborsare i costi di acquisto del biglietto, qualora il suo volo venga cancellato. Tuttavia, non sempre la questione viene risolta facilmente, come nel caso delle cosiddette circostanze eccezionali, per esempio. Una situazione in cui ottenere il rimborso è tutt’altro che una cosa scontata. Le circostanze eccezionali, cosa sono Come…

Leggi di più >